Play

Collezione primavera estate 2022

Questa stagione, Julien Dossena trasporta la sua visione di Paco Rabanne su una vasta superficie a blocchi di colore con vista sul Mar Mediterraneo. Qui, in cima al Centro dei Congressi di Monaco, l'Hexa Grace di Victor Vasarely diventa il palcoscenico di una collezione che irradia una vivida sensualità.

Da questa grande installazione pubblica, composta da circa 24.000 piastrelle, ai suoi dinamici dipinti astratti che hanno definito il movimento Op art, il lavoro di Vasarely negli anni '60 e '70 è un complemento naturale all'artigianato radicale di Paco Rabanne che ha preso forma in questo stesso periodo. Immediatamente riconoscibile, il linguaggio geometrico dell'artista è stato ufficialmente trascritto - senza modifiche - in jacquard, stampe e maglie, il cui posizionamento sul corpo aggiunge impatto dimensionale alle illusioni ottiche.

SCOPRI LA COLLEZIONE

Sensazioni sinestetiche dell'estate

Pittura vivente, pittura vibrante

Una dualità di precisione e facilità attraversa l'intera collezione, con pezzi scintillanti e dinamici che si presentano come dichiarazioni all-over. Materiali e modelli sono coordinati, massimizzando l'impatto e minimizzando l'eccentricità. Le silhouette allungate rivelano il corpo senza sforzo: abiti, maxi gilet, tuniche e camicie e gonne smocked sono variamente indossate con pantaloni sarouel, flares fluidi o pantaloni con risvolto.

Una collezione coinvolgente e sensuale

Una collezione sensuale

"Non pensavo solo agli effetti ottici ma alle sensazioni sinestetiche dell'estate - il suono della riva, il sole che scalda la pelle, la luce che brilla sull'acqua", ha detto Dossena. "E volevo tradurre queste stimolazioni in modi che fossero immediati, coinvolgenti e sensuali".

SCOPRI LA COLLEZIONE